fbpx

Autonomi e Partite Iva

COORDINAMENTO PROFESSIONISTI ISCRITTI ALLE CASSE PREVIDENZIALI

In merito all’attuale polemica sul Presidente INPS che appare sempre di più un sistema per screditare il sistema pubblico e coprire la mala-gestio delle Casse di Previdenza Professionali.
Il Prof. Tridico è un professore ordinario di economia presso il dipartimento di economia dell’università di Roma 3 , possiede quindi la professionalità e competenza necessaria per ricoprire il ruolo di Presidente dell’INPS, inoltre gestisce le posizioni di 22 milioni di italiani pari al 95% dei contribuenti oltre all’erogazione di welfare aggiuntivo per conto dello Stato. Quindi il compenso di 150.000 € annui ci appare più che giustificato.


I Presidenti delle 19 Casse di Previdenza dei liberi professionisti di cui al DLgs 509/1994 e DLgs 109/1996 (sottoposte all’alta sorveglianza dei competenti Ministeri, della Corte dei Conti, della COVIP e di un’apposita Commissione di Vigilanza Bicamerale ed i cui bilanci fanno parte del complessivo bilancio dello Stato) senza alcun specifico titolo in materia economica e di diritto sul lavoro, salvo pochissimi casi, gestiscono in 19 la previdenza di 1,7 milioni di liberi professionisti pari al 5% di tutti lavoratori. Ciascuno di essi incassa cifre da capogiro di gran lunga superiori ai 150.000 € del Prof. Tridico come presidente dell’INPS su cui sta montando una polemica politica senza precedenti.


Solo per citare alcuni esempi:

  • il Presidente della Cassa dei Medici ENPAM incassa circa 650.000 € annui (tra fissi, variabili, gettoni di presenza, rimborsi, etc.) gestendo 430.000 posizioni contributive tra attivi e pensionati;
  • il Presidente della Cassa Geometri CIPAG incassa circa 310.000 € annui (tra fissi, variabili, gettoni di presenza, rimborsi, deleghe nelle partecipate etc.) gestendo 115.000 posizioni contributive tra attivi e pensionati;
  • il Presidente di Cassa Agenti di Commercio ENASARCO incassa circa 160.000 € annui (tra fissi, variabili, gettoni di presenza, rimborsi, etc.) gestendo 350.000 posizioni contributive tra attivi e pensionati;
  • il Presidente della Cassa Infermieri ENPAPI incassa circa 200.000 € annui (tra fissi, variabili, gettoni di presenza, rimborsi, etc.) gestendo 35.000 posizioni contributive di attivi e poche centinaia di pensionati;
  • il Presidente della Cassa Ingegneri ed Architetti INARCASSA incassa circa 162.000 € annui (tra fissi, variabili, gettoni di presenza, rimborsi, etc.) gestendo 200.000 posizioni contributive tra attivi e pensionati;

Considerate inoltre che la somma di tutti i presidenti delle 19 casse pesa vari milioni di € nelle tasche dei contribuenti, pur gestendo solo 1,7 milioni di posizioni ben lontano dai 22 milioni di posizioni gestite dal Prof. Tridico per soli 150.000 € di cui tutti si scandalizzano.
Come mai nessun politico si scandalizza di tali abnormi cifre…?
Chi copre chi e perché …?


Cifre nella maggioranza dei casi superiori a quelle dei maggiori Capi di Stato del mondo.
https://it.quora.com/Quanto-guadagnano-i-capi-di-stato-mondiali-rispetto-al-reddito-medio-della-popolazione-del-loro-paese


QUESTO É IL VERO SCANDALO…!


Invitiamo il Parlamento ed il Governo a mettere subito e seriamente sotto la lente d’ingrandimento le Casse di Previdenza cosiddette “Private” anche perché tali non sono come ha sancito una recente Ordinanza della Corte di Cassazione il 01/04/2020 chiarendo definitivamente che le Casse sono Pubbliche.


Non si può continuare a coprire la l’iniquità e la vessatorietà e mala-gestio delle Casse di Previdenza che va ben oltre gli stratosferici emolumenti delle rispettive governance che sta minando il futuro previdenziale di 1,7 Milioni di professionisti italiani che a fronte di sempre più esosi contributi versati non riceveranno in futuro un dignitoso ed adeguato trattamento previdenziale.
Il Coordinamento Professionisti Iscritti alle Casse Privatizzate

Condividi ora questo articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

La nuova spinta all’edilizia

Per cercare di fronteggiare la crisi finanziaria e produttiva che affligge la nostra economia, il legislatore ben ha pensato di

Storia di un eroe moderno

Una donna o un uomo con la partita Iva. L’eroe si alza tutte le mattine senza sapere quando andrà in

Il ritorno delle nazionalizzazioni

Da diverso tempo si sta assistendo ad un sempre più massiccio intervento dello Stato, attraverso anche l’utilizzo dei fondi di

La nuova spinta all’edilizia

Per cercare di fronteggiare la crisi finanziaria e produttiva che affligge la nostra economia, il legislatore ben ha pensato di

Storia di un eroe moderno

Una donna o un uomo con la partita Iva. L’eroe si alza tutte le mattine senza sapere quando andrà in

Il ritorno delle nazionalizzazioni

Da diverso tempo si sta assistendo ad un sempre più massiccio intervento dello Stato, attraverso anche l’utilizzo dei fondi di