fbpx

Autonomi e Partite Iva

L’evasione fiscale non esiste – Parte 4

Cari amici AUTONOMI E PARTITE IVA, BUONGIORNO.

Oggi la 4.a Puntata di: “L’evasione fiscale non esiste”.

  1. La prima puntata partiva dal presupposto che l’evasione fiscale denunciata dal Governo, ammonta a circa 110 Miliardi di euro. Spiegavo che questa cifra comprende anche quella della criminalità e quella del lavoro nero. Quindi, quella attribuita ad AUTONOMI E PARTITE IVA è di circa 60 miliardi di euro di fatture non dichiarate, corrispondenti a 26 Miliardi di euro di tasse evase. A questa cifra di 26 Miliardi di euro ho contrapposto 57 miliardi di euro pagati annualmente da AUTONOMI E PARTITE IVA, in qualità di costi obbligatori burocratici inutili e superflui. Ho spiegato così che AUTONOMI E PARTITE IVA sono creditori netti verso lo Stato di 57 – 26 = 31 m.di di euro annui. Concludevo che AUTONOMI E PARTITE IVA hanno già pagato l’importo richiesto come evasione fiscale; anzi, sono creditori di tasse anticipate per 31 miliardi annui; importo che lo Stato non compensa e non vuole far compensare.
  2. Nella seconda puntata ho spiegato che, oltre a queste cifre del punto 1), nettamente a favore degli AUTONOMI E PARTITE IVA, I Debiti commerciali annui dello Stato, per fatture non pagate ad AUTONOMI E PARTITE IVA, relative a forniture di prodotti e servizi, ammontano a 53 mil.di di euro. (Banca d’Italia). Ovviamente è vietata la compensazione anche di queste cifre.
  3. Nella terza puntata ho spiegato che AUTONOMI E PARTITE IVA, sono costretti a subire costi annui in più per 40 miliardi, per colpa del deficit infrastrutturale presente in Italia.(Ministero infrastrutture).Basta pensare che il costo dei trasporti merci è il più alto europeo.
  4. In questa Quarta puntata Vi rammento che il ns. Paese è continuamente sanzionato dalla Corte Suprema di Strasburgo per il ritardo eccessivo delle sentenze giudiziarie e per la pessima organizzazione dei Tribunali. Questo modus operandi, dei Tribunali Italiani, comporta un aumento dei costi di sistema giudiziario per circa 40 m.di di euro annui. L’intero importo è addossato alla società civile, di cui il 50%( 20 miliardi) ad AUTONOMI E PARTITE IVA, per cause civili, penali, amministrative, di lavoro; nonché conseguenti costi legali e professionali e burocratici in ECCESSO. Questo dato è fornito da CER-EURES, facendo il confronto di un eventuale allineamento della sola giustizia civile italiana con quella tedesca.

NON CREDO CHE ESISTA ITALIANO CHE RITENGA CHE NON SAREMMO CAPACI DI ALLINEARCI; e non credo che esista italiano che ritenga che Noi Italiani siamo meno bravi dei tedeschi. Ma allora, se è vero tutto ciò che ho detto nei punti precedenti ed in quelli futuri, nei quali evidenzierò altri costi e tasse occulte addossati alla società civile e tra questi ad AUTONOMI E PARTITE IVA, e se è vero che anche i partiti tradizionali ed i loro politici conoscono questi dati e se è vero che non mancano nel loro interno persone preparate ed intelligenti, PERCHÉ non aggiustano il tiro e sanano una volta per tutte la situazione burocratico-contabile- tributaria degli AUTONOMI E PARTITE IVA ? Perché urlano contro gli AUTONOMI E PARTITE IVA(con eclatanti umilianti ed offensive dichiarazioni mediatiche), ci indicano come EVASORI FISCALI , quando non lo siamo, anzi.?..Perché preparano norme e tasse assurde e forme persecutorie di riscossione tributaria ecc…? LA RISPOSTA è rimandata all’OTTAVA PUNTATA, quella conclusiva, quando avrò concluso l’elenco dei Crediti vantati da AUTONOMI E PARTITE IVA nei confronti dello Stato.

Condividi ora questo articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

La nuova spinta all’edilizia

Per cercare di fronteggiare la crisi finanziaria e produttiva che affligge la nostra economia, il legislatore ben ha pensato di

Storia di un eroe moderno

Una donna o un uomo con la partita Iva. L’eroe si alza tutte le mattine senza sapere quando andrà in

Il ritorno delle nazionalizzazioni

Da diverso tempo si sta assistendo ad un sempre più massiccio intervento dello Stato, attraverso anche l’utilizzo dei fondi di

La nuova spinta all’edilizia

Per cercare di fronteggiare la crisi finanziaria e produttiva che affligge la nostra economia, il legislatore ben ha pensato di

Storia di un eroe moderno

Una donna o un uomo con la partita Iva. L’eroe si alza tutte le mattine senza sapere quando andrà in

Il ritorno delle nazionalizzazioni

Da diverso tempo si sta assistendo ad un sempre più massiccio intervento dello Stato, attraverso anche l’utilizzo dei fondi di