fbpx

L’evasione fiscale non esiste – Parte 4

Cari amici AUTONOMI E PARTITE IVA, BUONGIORNO.

Oggi la 4.a Puntata di: “L’evasione fiscale non esiste”.

  1. La prima puntata partiva dal presupposto che l’evasione fiscale denunciata dal Governo, ammonta a circa 110 Miliardi di euro. Spiegavo che questa cifra comprende anche quella della criminalità e quella del lavoro nero. Quindi, quella attribuita ad AUTONOMI E PARTITE IVA è di circa 60 miliardi di euro di fatture non dichiarate, corrispondenti a 26 Miliardi di euro di tasse evase. A questa cifra di 26 Miliardi di euro ho contrapposto 57 miliardi di euro pagati annualmente da AUTONOMI E PARTITE IVA, in qualità di costi obbligatori burocratici inutili e superflui. Ho spiegato così che AUTONOMI E PARTITE IVA sono creditori netti verso lo Stato di 57 – 26 = 31 m.di di euro annui. Concludevo che AUTONOMI E PARTITE IVA hanno già pagato l’importo richiesto come evasione fiscale; anzi, sono creditori di tasse anticipate per 31 miliardi annui; importo che lo Stato non compensa e non vuole far compensare.
  2. Nella seconda puntata ho spiegato che, oltre a queste cifre del punto 1), nettamente a favore degli AUTONOMI E PARTITE IVA, I Debiti commerciali annui dello Stato, per fatture non pagate ad AUTONOMI E PARTITE IVA, relative a forniture di prodotti e servizi, ammontano a 53 mil.di di euro. (Banca d’Italia). Ovviamente è vietata la compensazione anche di queste cifre.
  3. Nella terza puntata ho spiegato che AUTONOMI E PARTITE IVA, sono costretti a subire costi annui in più per 40 miliardi, per colpa del deficit infrastrutturale presente in Italia.(Ministero infrastrutture).Basta pensare che il costo dei trasporti merci è il più alto europeo.
  4. In questa Quarta puntata Vi rammento che il ns. Paese è continuamente sanzionato dalla Corte Suprema di Strasburgo per il ritardo eccessivo delle sentenze giudiziarie e per la pessima organizzazione dei Tribunali. Questo modus operandi, dei Tribunali Italiani, comporta un aumento dei costi di sistema giudiziario per circa 40 m.di di euro annui. L’intero importo è addossato alla società civile, di cui il 50%( 20 miliardi) ad AUTONOMI E PARTITE IVA, per cause civili, penali, amministrative, di lavoro; nonché conseguenti costi legali e professionali e burocratici in ECCESSO. Questo dato è fornito da CER-EURES, facendo il confronto di un eventuale allineamento della sola giustizia civile italiana con quella tedesca.

NON CREDO CHE ESISTA ITALIANO CHE RITENGA CHE NON SAREMMO CAPACI DI ALLINEARCI; e non credo che esista italiano che ritenga che Noi Italiani siamo meno bravi dei tedeschi. Ma allora, se è vero tutto ciò che ho detto nei punti precedenti ed in quelli futuri, nei quali evidenzierò altri costi e tasse occulte addossati alla società civile e tra questi ad AUTONOMI E PARTITE IVA, e se è vero che anche i partiti tradizionali ed i loro politici conoscono questi dati e se è vero che non mancano nel loro interno persone preparate ed intelligenti, PERCHÉ non aggiustano il tiro e sanano una volta per tutte la situazione burocratico-contabile- tributaria degli AUTONOMI E PARTITE IVA ? Perché urlano contro gli AUTONOMI E PARTITE IVA(con eclatanti umilianti ed offensive dichiarazioni mediatiche), ci indicano come EVASORI FISCALI , quando non lo siamo, anzi.?..Perché preparano norme e tasse assurde e forme persecutorie di riscossione tributaria ecc…? LA RISPOSTA è rimandata all’OTTAVA PUNTATA, quella conclusiva, quando avrò concluso l’elenco dei Crediti vantati da AUTONOMI E PARTITE IVA nei confronti dello Stato.

Condividi ora questo articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

Lavoriamo per il nostro futuro

Vi elencheremo i vari punti che porteremo in dialogo alle istituzioni attuali e cercare di lavorare per renderli concreti per

La nuova spinta all’edilizia

Per cercare di fronteggiare la crisi finanziaria e produttiva che affligge la nostra economia, il legislatore ben ha pensato di

Storia di un eroe moderno

Una donna o un uomo con la partita Iva. L’eroe si alza tutte le mattine senza sapere quando andrà in

Lavoriamo per il nostro futuro

Vi elencheremo i vari punti che porteremo in dialogo alle istituzioni attuali e cercare di lavorare per renderli concreti per

La nuova spinta all’edilizia

Per cercare di fronteggiare la crisi finanziaria e produttiva che affligge la nostra economia, il legislatore ben ha pensato di

Storia di un eroe moderno

Una donna o un uomo con la partita Iva. L’eroe si alza tutte le mattine senza sapere quando andrà in