fbpx

Autonomi e Partite Iva

Il virus sconfigge le discriminazioni. Piccole speranze crescono

Per la prima volta nella storia dell’umanità assistiamo a cose mai viste. Le Chiese sono chiuse. E neanche si sa quando apriranno. Ristoranti e caffè storici che nemmeno due conflitti mondiali, con le invasioni di eserciti stranieri, la fame e la distruzione delle città poterono chiudere, sono chiusi. Siamo così arrivati al primo maggio. Ma il Ponte a Genova è stato rialzato in poco in meno di due anni dallla tragedia del crollo. E una festa divisiva per egoismo ideologico e violento confronto di classe finalmente si manifesta nel mondo per quello che è. Una festa che celebra chi produce il lavoro, che è ricchezza per tutti, crescita per la società e dignità della persona. Chi produce lavoro? Chi produce ricchezza? Se imparassimo a rispondere a queste domande con risposte convinte e condivise porteremo a casa tanti buoni risultati di sistema.
Il primo? La fine della odiosa discriminazione per chi intraprende. Oggi le partite IVA ancora vengono discriminate e riconosciute come esclusivi luoghi di evasione. Fiscale… si intende. Perché per il resto altro che evasione. I nostri titolari di partite IVA nel disinteresse generale scontano una vita fatta di solitudine, preoccupazioni e ansie di prestazione. Si chiama responsabilità e andrebbe premiata… perché è una forza creatrice che fa la differenza in qualunque società. Ah la creatività. Noi Italiani ne siamo pieni. Il primo maggio per me è la festa del lavoro creativo. Auguri lavoratori. E chi è creativo deve festeggiare due volte. E questo sarebbe una altro grande traguardo perché onorerebbe la nostra storia e ci darebbe una visione di Paese. Un Paese capace pure di ricostruire e rammendare le ferite e voglioso di rialzarsi.

Condividi ora questo articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

La nuova spinta all’edilizia

Per cercare di fronteggiare la crisi finanziaria e produttiva che affligge la nostra economia, il legislatore ben ha pensato di

Storia di un eroe moderno

Una donna o un uomo con la partita Iva. L’eroe si alza tutte le mattine senza sapere quando andrà in

Il ritorno delle nazionalizzazioni

Da diverso tempo si sta assistendo ad un sempre più massiccio intervento dello Stato, attraverso anche l’utilizzo dei fondi di

La nuova spinta all’edilizia

Per cercare di fronteggiare la crisi finanziaria e produttiva che affligge la nostra economia, il legislatore ben ha pensato di

Storia di un eroe moderno

Una donna o un uomo con la partita Iva. L’eroe si alza tutte le mattine senza sapere quando andrà in

Il ritorno delle nazionalizzazioni

Da diverso tempo si sta assistendo ad un sempre più massiccio intervento dello Stato, attraverso anche l’utilizzo dei fondi di