fbpx

INTERVISTE – Avere la partita IVA ed essere fieri del proprio lavoro

Vittorio C.
Anni: 33
Professione: fisioterapista


Ciao Vittorio, di cosa ti occupi?
Ciao. Sono fisioterapista.

Da quanto fai questo lavoro e da quanto hai la partita IVA?
Lavoro da quando ho partita IVA e ho partita IVA da quando lavoro: 2008.

Quali sono le ragioni che ti hanno spinto ad aprire la partita IVA?
Sinceramente, il motivo che inizialmente mi ha spinto a fare questa scelta è stata la necessità: sono davvero pochi oggi gli enti che assumano personale sanitario con un contratto da dipendente. Ma oggi sono felice di averla aperta.

Ti sei mai pentito?
Pentito no. Mi sono chiesto per un po’ come sarebbe stato lavorare da dipendente e per un certo periodo sono stato assunto a tempo determinato. A contratto finito ho fatto la scelta di mettermi in proprio e oggi felice che sia andata così.

Con la tassazione e la burocrazia come ti sei trovato?
Bene, visto che segue tutto il mio commercialista! (ride) A parte gli scherzi, ormai sono entrato nell’ottica che devo mettere da parte almeno metà del fatturato per non trovarmi sorprese. Per il resto meno male che c’è il mio commercialista: è un santo e meno male che c’è! Così io posso dedicarmi al mio lavoro.

Le imposte che hai trovato più eccessive?
Le tasse comunali per convertire un appartamento nel mio attuale studio sono state un salasso ingiustificato.

Hai dipendenti? Se sì, ti sei mai trovato in difficoltà?
Non ho dipendenti.

Bene Vittorio, a questo punto ti chiediamo due pro e due contro dell’avere partita IVA.
Credo che la libertà e il non dover rendere conto a nessuno siano due pro impareggiabili. Certo, mi piacerebbe avere le ferie e la malattia pagate.

Quale consiglio ti sentiresti di dare a chi vuole mettersi in proprio?
Avere un piccolo capitale iniziale per fare fronte alle prime tasse da pagare è fondamentale. Lo è altrettanto fare un’indagine di mercato per cercare di prevedere se l’attività che si sta per aprire possa avere un successo o essere un flop (posizione dell’attività, prodotto o servizio proposto, competitors, ecc).

Facebook
WhatsApp

Ti potrebbe anche interessare:

Il Geoscambio

Se viene accoppiato a solare termico e a fotovoltaico diventa virtualmente eterno e a costo di produzione energetica pari a zero.

Cuneo Fiscale: i lavoratori non sono tutti uguali

Negli ultimi mesi si è riacceso in Italia l’annoso dibattito sulla riduzione del cuneo fiscale e contributivo, cioè la differenza tra il costo del lavoro e il netto che finisce intasca al lavoratore.