fbpx

Autonomi e Partite Iva

I disagi della fattura elettronica – La storia di Michele

Sono un piccolo imprenditore e, come potete immaginare, non simpatizzo per la fattura elettronica. Sono molti quelli che mi chiedono come sia e la risposta è sempre uguale: la fattura elettronica per me è come un riccio nei pantaloni.

Pare che l’Agenzia delle Entrate dicesse che non è un costo per le aziende perché si può fare tutto gratuitamente sul sito. Ma il tempo ha un valore.

Ho partecipato a due conferenze del CNA per capire cosa fosse e come funzionasse la fatturazione elettronica, ho fatto dimostrazioni pratiche dove ho imparato a usare il nuovo modulo nel gestionale che utilizzo. Sto effettuando ancora incontri con il commercialista per vedere che visualizzi e riceva tutti i file xml. Calcolo del tempo impiegato? Superiore alle 60 ore.

I problemi nella vita quotidiana

Nel quotidiano, il controllo delle fatture tra quelle ricevute e quelle presenti nel cassetto della mia azienda (nel sito dell’Agenzia) è poco agevole e aumenta i tempi di lavorazione di una pratica. Ore e ore perse, uguale a… soldi persi. In più avrò anche aumenti dei canoni del gestionale e la quota annuale del commercialista. Previsione 2019: perdita.

La fatturazione elettronica è stata approntata in maniera superficiale. Al momento ho 2 fatture presenti solo nel cassetto dell’Agenzia, il mio SDI non può fare nulla per scaricarle nel mio gestionale che io pago per la conservazione, l’Agenzia non sa cosa fare per farmele scaricare. Fra 1 anno secondo il mio gestionale, fra 2 anni secondo il mio commercialista (o fra 3 anni come dice il Call Center dell’Agenzia) quelle fatture verranno cancellate e io avrò i dati IVA falsati per cui, in un’eventuale ispezione tra 4 anni, potrò essere multato dall’Agenzia per colpe della stessa Agenzia.

Ma solo il fatto che tre Call Center di entità direttamente coinvolte nell’elaborazione e nella gestione del sistema fatture elettroniche mi diano ben 3 risposte diverse sui tempi di visione delle fatture nel cassetto dell’Agenzia, significa che c’è tantissima confusione e cialtroneria tra chi sta dirigendo l’operazione. Tanto chi poi paga, siamo noi imprenditori, non certo i funzionari dell’Agenzia.

Condividi ora questo articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

La nuova spinta all’edilizia

Per cercare di fronteggiare la crisi finanziaria e produttiva che affligge la nostra economia, il legislatore ben ha pensato di

Storia di un eroe moderno

Una donna o un uomo con la partita Iva. L’eroe si alza tutte le mattine senza sapere quando andrà in

Il ritorno delle nazionalizzazioni

Da diverso tempo si sta assistendo ad un sempre più massiccio intervento dello Stato, attraverso anche l’utilizzo dei fondi di

La nuova spinta all’edilizia

Per cercare di fronteggiare la crisi finanziaria e produttiva che affligge la nostra economia, il legislatore ben ha pensato di

Storia di un eroe moderno

Una donna o un uomo con la partita Iva. L’eroe si alza tutte le mattine senza sapere quando andrà in

Il ritorno delle nazionalizzazioni

Da diverso tempo si sta assistendo ad un sempre più massiccio intervento dello Stato, attraverso anche l’utilizzo dei fondi di